Studio di previsione #3 del 21 gennaio 2014

Precursore di tipo

Studio di previsione #3


Precursore: Q
Segnale ricevuto il 21 gennaio 2014
Zona del corpo: zc
Magnitudo prevista: percezione multipla del segnale ma di basso livello (3 su 10)
Finestra: dal 21 gennaio 2012 al 23 gennaio 2012

E' un precursore di cui conosco poco ma è d'obbligo segnarlo per una completezza di dati in archivio. Attraverso questo precursore non è possibile individuare la località. 
 
a) Potrebbe riferirsi ad un evento che con la sua azione potrebbe interessare l'area in cui mi trovo anche se l'ipocentro fosse distante. 
 
b) Può essere anche associato a un evento molto forte che potrebbe colpire zone all'altro capo del mondo quale ad esempio potrebbe essere la Papuasia e a questa distanza, per una percezione decisa,  si parlerebbe anche di un sisma intorno all'8.0
 
Su una ipotetica scala di valori tra 1 e 10, l'intensità della percezione è stata prolungata e multipla ma di valore basso (3 su 10). 
 
*** Notizia aggiunta alle 21:40 del 21 gen 14:  Questa percezione può anche non riferirsi ad eventi sismici ma può essere precursore di una notevole tempesta elettrica che può colpire la zona in cui mi trovo. 
***Notizia aggiunta alle 11:30 del 22 gen 14: La percezione del precursore Q è stata ancora presente alle prime ore del mattino, il valore è stato di poco più alto (4 su 10).
Da notare anche la presenza al momento attuale del precursore B in forma molto blanda ma prolungata (valore 2 su 10).
E' vero che ci stiamo avviando verso una fase di tranquillità sismica ma la mia opinione è che i segnali C degli ultimi giorni non si siano esauriti del tutto negli eventi del Matese e della vicina Albania. 
***Notizia aggiunta alle 16:40 del 22 gen 14: La durata del precursore B a cui accennavo sopra è stata di 6 ore circa raggiungendo il valore 5 su 10. Trattandosi di percezione di precursori dai valori bassi, voglio sperarne che l'insistente presenza sia dovuta a qualcosa legata semplicemente a un deciso cambiamento climatico e non ad un evento sismico molto lontano da me. 
 
***** Notizia aggiunta alle ore 10:00 del 23 gen 14: Ormai risulta chiaro che i ripetuti precursori "Q" e la lunga presenza del precursore "B" anticipavano la serie di scosse in Campania che si aggiungevano all'eruzione Etnea. Questa verifica va a sostegno dell'ipotesi al punto a) in cui il precursore Q anticipa un evento le cui onde sismiche raggiungono, anche se in modo blando, il punto in cui mi trovo al momento della percezione. 

Scritto martedì 21 gennaio 2014 alle 20:14

Tags: previsioni, precursori, sciami, terremoti, vulcano

1 commenti

Archivio 2014 (47)
dicembre (1) ottobre (1) settembre (1) agosto (1) luglio (3) giugno (2) maggio (3) aprile (3) marzo (13) febbraio (8) gennaio (11)
Archivio 2013 (128)
dicembre (3) novembre (8) ottobre (8) settembre (16) agosto (10) luglio (15) giugno (14) maggio (9) aprile (9) marzo (24) febbraio (5) gennaio (7)