Previsione errata ma solo in apparenza.

Nella sezione dei < Segnali C > di questo sito le note che accompagnavano le segnalazioni dei giorni 3, 4 e 5 febbraio indicavano con sicurezza che nei giorni successivi (6/10 feb) nell'area mediterranea si sarebbe avuta un'attività sismica abbastanza sostenuta.
Contrariamente a quanto previsto nell'area indicata è stata registrata una notevole calma sismica, senza eventi rilevanti.
Ma, come si può leggere nel titolo di quest'appunto, potrebbe trattarsi di errore solo apparente se ci limitiamo ad osservare ciò che è accaduto nella sola area mediterranea.

Mi spiego: in vari post precedenti ho avuto modo di chiarire che il livello di un evento presegnalato si basa sulla magnitudo riferita esclusivamente ad un evento che dovesse accadere sotto i miei piedi. Quindi una segnalazione di livello 3 sta ad indicare sempre un  ipotetico terremoto previsto non superiore ad un 3.0 Richter che dovesse verificarsi nei dintorni del Vesuvio ma di magnitudine sempre più alta man mano che l'evento possa accadere a centinaia o migliaia di km di distanza dal Vesuvio.

Non so se molti hanno saputo dell'evento di 7.9 Richter che ha colpito Santa Cruz Island e dell'allarme tsunami che è stato subito lanciato, vista la potenza del sisma: credo pochi, perchè quando un evento accade lontano da noi le informazioni sono sporadiche e anche perchè le vittime, fortunatamente, si sono contate su una mano e lo tsunami non si è avuto.
Ma se ha fatto pochi danni non significa che sia stata cosa da poco, tutt'altro, si pensi che al terremoto di 7.9 sono seguite nell'arco di un paio di giorni centinaia di repliche superiori al 5.0 grado tra cui ben sei oltre il 6.0 e tre oltre il 7.0. Tuttora il fenomeno non si è ancora esaurito anche se le repliche si stanno diluendo nel tempo.
In conclusione ho i miei buoni motivi di ritenere che i < segnali C > pubblicati nei giorni 3,4 e 5 febbraio non precorrevano eventi nell'area mediterranea ma il blocco del sisma che ha quasi toccato l'8.0 Richter con le centinaia di altissime repliche susseguitesi.

Per ora resta solo un'osservazione, ma se in futuro dovesse  succedere di nuovo diverrebbe un dato in più da considerare.

Scritto sabato 09 febbraio 2013 alle 16:56

Tags: terremoti, sisma, vulcano, sismografo, previsione

0 commenti

Archivio 2013 (90)
dicembre (10) novembre (5) ottobre (4) settembre (6) agosto (7) luglio (5) giugno (5) maggio (10) aprile (13) marzo (12) febbraio (10) gennaio (3)