I miei dati a confronto con la previsione di Luke Thomas

Nella foto il prospetto dei segnali per il 6 settembre

Luke Thomas prevede un evento di 5.3 nel triangolo Genova - La Spezia - Bologna nel periodo che va dal 1 al 4 settembre. 
 
Non nascondo che non ho simpatia per il metodo di previsione adottato dall'americano, prima ancora che balzasse alla cronaca per l'episodio di Messina, la curiosità di conoscere mi aveva spinto ad analizzare e controllare le sue previsioni, ebbi subito modo di notare che "sparava" previsioni a raffica come a dire "se colgo va bene e se sballo non me ne frega più di tanto". Un metodo un po' banale circoscritto a previsioni riguardanti zone in "caldo" dove qualsiasi profano potrebbe lanciarsi nel prevedere repliche con buone possibilità di riuscita. Oppure alla scelta di  zone dove un 5.0 è all'ordine del giorno come l'Indonesia, Giappone o zone simili, anche qui chiunque potrebbe cimentarsi in previsioni dall'esito positivo.
Anche provando a spostare le stesse sue previsioni allo stesso giorno dei mesi precedenti si ottengono risultati addirittura migliori.
Comunque sia, l'esperienza mi insegna che in questa materia è bene mettere lo scetticismo personale da parte e analizzare le cose dandole per vere sino a prova contraria.
 
Quindi resta il fatto che Luke Thomas prevede un evento di 5.3 nel triangolo Genova - La Spezia - Bologna nel periodo che va dal 1 al 4 settembre.
Questo fa si che mi metta con più impegno ad analizzare i dati provenienti dalle mie percezioni che riguardano i giorni iniziali di settembre al fine di alleggerire la tensione in cui si troveranno gli abitanti delle zone indicate o rendere più verosimile la previsione. Veniamo al dunque.
 
Al momento già dispongo dei prospetti completi dei segnali "C" riguardanti le previsioni generali per i prossimi 6 giorni, appunto dal 1 al 4 settembre e fino al 6 settembre incluso.
Globalmente fino al giorno 4 non vi è nulla di allarmante, anzi addirittura vi è un giorno in cui la sismicità per l'Italia e paesi limitrofi sarà così bassa che per trovare una simile situazione bisognerebbe andare indietro nel tempo di parecchio.Di contro i prospetti dei due giorni successivi sono diametralmente opposti. Inizia dal 5 settembre un'attività sismica complessa fatta di sciami continui e senza sosta e in aumento costante sino a tutto il giorno 6 poi si stabilizzerà molto al ribasso giorno 7 mettendo finalmente fine alla crisi sismica.
Guardando i prospetti quindi verrebbe facile da chiudere il discorso sulla previsione di Luke e stare tranquilli. Purtroppo non si può ancora chiudere il discorso in quanto come ho ben specificato più volte i segnali possono benissimo riferirsi ad eventi che si possono verificare anche con 48 ore di anticipo così come succede per le eruzioni o come è già accaduto anche per la Lunigiana ed altre zone. 
Ho detto che i segnali del giorno 5 e 6 non sono di tutto riposo e questi segnali, anticipandosi, potrebbero anche riguardare eventi per il 3 e il 4 settembre.
Non resta che cercare di capire che tipo di evento potrebbe aver rilasciato i precursori "C" nei grafici dei giorni 5 e 6. Tre le ipotesi:
 
1) eruzione
2) sciami in varie zone in tempi ravvicinati
3) evento unico con numerose repliche
 
1) Se si dovesse trattare di un'eruzione, questa potrebbe iniziare sin dal giorno 3 settembre e i segnali si esaurirebbero in essa in quanto un'eruzione è 
anticipata da un gran numero di segnali legati e continui.La caratteristica di essere legati e continui questi segnali ce l'hanno, solo che non hanno quella seconda caratteristica che in genere accompagna le eruzioni, quella di procedere progressivamente verso l'alto o verso il basso senza grossi sbalzi improvvisi. Ma dai vulcani c'è sempre da imparare e potrebbe trattarsi di un'eruzione composta da numerosi parossismi successivi intervallati da pause, come potrebbe essere un'attività stromboliana. Questa ipotesi non sarebbe da scludere totalmente.
 
2) Vari eventi in zone diverse che si verificano in un ristretto spazio di tempo (48 ore) composti da sciami continui che hanno rilasciato precursori che sono 
stati ricevuti accavallati gli uni sugli altri. Questi eventi, se dovessero anticiparsi anche in parte, potrebbero iniziare a svilupparsi sin dal giorno 3.
 
3) Un evento unico abbastanza alto e seguito da numerose repliche. 
Questa ipotesi mi verrebbe da escluderla a priori in quanto sarebbe il caso di un fenomeno del tutto anomalo, generalmente, gli eventi notevoli hanno sempre una progressione a scalare verso il basso: alcune scosse alte iniziali e poi tante repliche verso il basso.
In questo caso, leggendo i segnali, si avrebbe un evento che inizierebbe con sciami leggeri e procederebbe aumentando di magnitudo nel corso delle ore fino ad arrivare ad una scossa finale più alta senza ulteriori repliche. Abbastanza inverosimile.
 
Comunque una cosa è certa: in questi prossimi giorni non mancheranno movimenti sismici di un certo interesse e per saperne di più dovrò aspettare quegli eventuali altri precursori complementari che non dovrebbero tardare ad essere rilasciati dagli stessi eventi, precursori che ne completeranno la carta d'identità.
 

 

Scritto sabato 31 agosto 2013 alle 16:08

Tags: segnali, precursori, previsioni

0 commenti

Archivio 2013 (90)
dicembre (10) novembre (5) ottobre (4) settembre (6) agosto (7) luglio (5) giugno (5) maggio (10) aprile (13) marzo (12) febbraio (10) gennaio (3)