Una scoperta dei geologi mondiali può essere la chiave dei conti che non tornavano.

Articolo e foto da: MeteoMagazine | Scienza e Natura

Una notizia veramente interessante!! Mesi di previsioni con relativi riscontri e invece tra ieri ed oggi qualcosa che non tornava. Lo studio di questi Sig. Geologi mi ha dato chiarimenti che non avrei mai saputo immaginare, in pratica avrei ricevuto i segnali degli stessi terremoti che non vengono registrati dai sismografi ma solo dagli addetti ai lavori in loco e non risentiti in superfice.
 
L'articolo da Meteo Magazine | Scienza e Natura:
 
MeteoMagazine | Scienza e Natura  28 maggio 2013
  
I terremoti silenziosi: fortissime scosse che non vengono registrate
 
I terremoti silenziosi sono una recente scoperta dei geologi mondiali, i quali non capiscono ancora se preannunciano forti sismi o meno
Nella giornata odierna, secondo l’istituto sismologico Geonet, un terremoto di magnitudo 7.0 si é verificato in Nuova Zelanda, ad una profondità ipocentrale di 30 chilometri.  Niente paura, nessuno si é reso conto di nulla e neanche un sismografo ha registrato l’onda. Solo i Geologi locali e gli addetti ai lavori, hanno potuto ossevare questo evento  scoperto solo qualche anno fa. Il terremoto silenzioso avviene come un comunissimo terremoto con la particolarità di effettuare una rottura molto lenta, a differenza di quelli che tutti ben conosciamo. Mentre un normale movimento avviene in pochi secondi, questi ultimi avvengono con una durata di circa un anno. I primi “Silent Quake” sono stati osservati alle Hawaai dove Paul Segall, professore di geofisica presso la Stanford University, osservo’ prodursi molti terremoti forti  senza rilasciare onde sismiche.
 
Ad oggi la ricerca é  ancora all’inizio ed alcuni geologi pensano che questi movimenti debbano essere studiati più a fondo perché potrebbero indicare l’arrivo di un forte sisma . Non si esclude che questo fenomeno si sia verificato prima dei grandi terremoti che sono avvenuti nelle aree di subduzione come quello devastante di Sumatra. Le zone dove infatti si verificano di più sono quelle di subduzione come in Giappone, nel Nord Ovest del Pacifico ed in Messico. Aspettiamo che la ricerca ci illumini sull’evolversi di questi studi per poter approfondire le informazioni.
 

 

Scritto martedì 28 maggio 2013 alle 21:53

Link suggerito: I terremoti silenziosi: fortissime scosse che non vengono registrate >

Tags: previsioni, precursori, terremoto, scossa, vulcano

0 commenti

Archivio 2013 (90)
dicembre (10) novembre (5) ottobre (4) settembre (6) agosto (7) luglio (5) giugno (5) maggio (10) aprile (13) marzo (12) febbraio (10) gennaio (3)