Nota riassuntiva #14 del 03 gennaio 2019

Post n°59 (03 gennaio 2019; ore 19:45):
 
segnalazione del precursore "M" di lieve entità rilevato alle 11:30 del 3 gennaio 2019. Su ipotetica scala di valori da 1 a 10 è pari a 2 su 10. Durata 5". ("M" anticipa sciami di scosse)
 
segnalazione del precursore "H" di lieve entità rilevato alle 18:30 del 3 gennaio 2019. Su ipotetica scala di valori da 1 a 10 è pari a 2 su 10.  "H" è un precursore che precede generalmente eventi di origine vulcanica con circa 24 ore di anticipo.
 
-----------------
 
Post n° 60 (4 gennaio 2019 ore 11:15):
 
L'ipotesi che vedeva i tempi tra il segnale precursore "C" e l'attuale eruzione Etnea dilatarsi fino a 10 giorni sembra ora trovare conferma; del resto questo intertempo è andato progressivamente allungandosi nel corso dei decenni passando da appena 60 ore intorno agli '80 ai (come sembrerebbe) 10 giorni attuali.
Gli ultimi dati che lo confermano possiamo trovarli nelle pagine dei segnali "C" ricevuti il 14 dicembre che lasciavano presagire l'eruzione dell'Etna per il 21 dicembre (niente per il 21 ma sciame ed eruzione avvenuta invece dopo 10 giorni il 24 dicembre) e dei segnali "C" ricevuti il 24 dicembre che lasciavano presagire una risalita dell'attività etnea per il 31 dicembre (niente per il 31 ma sciame registrato nella notte scorsa del 3 dicembre, avvalorando la tesi dei 10 giorni). Ovviamente, perchè sia certezza, sarà necessaria qualche ulteriore conferma (che potrebbe arrivare nei giorni molto vicini).
Aggiungo anche che nel post precedente n°59 vi erano richiami a sciami e eventi vulcanici in arrivo.
 
Queste le pagine in archivio: 
 
http://www.ilsismografoumano.it/diario/2540/segnali-ricevuti-il-14-dicembre-2018
 
http://www.ilsismografoumano.it/diario/2551/segnali-ricevuti-il-24-dicembre-2018

--------------------

Post n° 61 (14 gennaio 2019 ore 12:00):

segnalazione precursore "G" rilevato alle ore 23:00 del 13 gennaio 2019.

Codice: D-ALTO C,D/4   magnitudo (4.5 a circa 500km di distanza, varia in funzione alla distanza più bassa se più vicina o viceversa). 

Il codice è nuovo per cui è impossibile al momento indicarne una eventuale località. Serve comunque per arricchire un archivio utile per il futuro nel caso si ripresentasse di nuovo.

il precursore "G" è un precursore a breve termine, prevede un evento sismico originato dalle zolle continentali con un anticipo di circa 72 ore. 

----------------------

Post n° 62 (15 gennaio 2019 ore 17:30):

segnalazione lieve precursore "G" rilevato alle ore 04:00 del 15 gennaio 2019.

Codice: S-BASE  E/1,2   magnitudo 2.0 se dovesse interessare i Campi Flegrei. In passato questo codice è stato alcune volte in relazione con l'Area Flegrea.

il precursore "G" è un precursore a breve termine, prevede un evento sismico originato dalle zolle continentali entro le successive 72 ore. 

Ovviamente si tratta di un lieve evento ma trattandosi di un area molto sorvegliata ogni conferma ha un'importanza molto rilevante.

Scritto giovedì 03 gennaio 2019 alle 19:42

Tags: etna, precursori, previsioni, vesuvio, flegrei

0 commenti

Archivio 2013 (90)
dicembre (10) novembre (5) ottobre (4) settembre (6) agosto (7) luglio (5) giugno (5) maggio (10) aprile (13) marzo (12) febbraio (10) gennaio (3)