Nota riassuntiva #08 del 16 maggio 2018

Post n° 20 (16 mag 18; ore 20:30):  Precursore "A" ricevuto in data 14 maggio 2018, codice RSC 12/17 magnitudo 4.7 (+/-0.5). L'evento sicuramente non molto alto ma lungo e sensibile sarà seguito per alcuni giorni da numerose repliche  comunque avvertibili. Come accennavo in un precedente appunto, mi è possibile indicare oltre alla magnitudo solo una probabile località ma attualmente mi è ancora difficile stabilire una finestra temporale ristretta a pochi giorni, posso ipotizzare, ma solo a grandi linee, per la mainshock un periodo che potrebbe interessare le prime decadi di luglio, quelle a seguire potrebbero coprire alcuni giorni in quanto il tempo della ricezione è stato alquanto lungo: 900" per la principale e circa 12h per le successive. La zona, stando ai codici (RSC 12,17) non dovrebbe essere molto distante dal cratere del 1980 (RSC 13,14). Per ora questo è tutto ma, ovviamente per un evento non molto lontano da me, dovrei ricevere, qualche giorno prima, alcuni altri precursori, quali un "H" quasi pieno, "M" per lo sciame interessante, forse anche "Q" e certamente i segnali "C" avranno per l'occorrenza livelli riguardevoli.

Invito i gruppi che seguono i miei studi a porre attenzione in quel periodo alle eventuali piccole forescocks indicative.

------------------------------------------------

Post n° 21 (16 mag 18; ore 20:40):  Segnalazione di un precursore "M" di lieve entità (su una scala divalori tra 1 a 10 è pari a 3 su 10) ricevuto alle ore 11:00 del 16 mag 18.

Post n° 22 (16 mag 18; ore 20:40):  Segnalazione di un precursore "H" di lieve entità (su una scala divalori tra 1 a 10 è pari a 4 su 10) ricevuto alle ore 17:50 del 16 mag 18.

Post n° 23 (29 mag 18; ore 10:20):  Segnalazione di un precursore "H" di lieve entità (su una scala divalori tra 1 a 10 è pari a 3 su 10) ricevuto alle ore 22:00 del 28 mag 18.

Post n° 24 (31 mag 18; ore 10:00): Segnalazione del precursore "G" con codice S-BASE D,E/1,2 che potrebbe riguardare o meglio confermare la zona dei Campi Flegrei (richiamo una stessa previsione:  http://www.ilsismografoumano.it/diario/2273/studio-di-previsione-94-del-18-aprile-2018 ). Il precursore "G" è stato ricevuto alle ore 07:00 del 31 mag. 18 per cui si potrebbe avere una risposta tra circa 48/60 ore con un evento di poco rilievo o lieve sciame intorno all'1.5/2.0  ai Campi Flegrei. Naturalmente al momento si tratta solo di vaga ipotesi che necessita di conferme ulteriori per poter parlare di previsione. 

Post n° 25 (31 mag 18; ore 13:00):  Segnalazione di un precursore "H" di lieve entità (su una scala divalori tra 1 a 10 è pari a 3 su 10) ricevuto alle ore 12:00 del 31 mag 18.

Post n° 26 (31 mag 18; ore 22:30):  Segnalazione di un precursore "Q" (8 su 10) durata 10" ricevuto alle ore 18:30

Post n° 27 (08 giu 18; ore 10:45):  So benissimo che aggiungere una nota dopo che l'evento è accaduto non serve ed è controproducente ma in alcuni casi può essere comunque di utilità sapere che ho trascurato di segnalare un precursore  "H"(grg) (3 su 10) ricevuto alle ore 16:40 del giorno 6 giugno. A volte capita che situazioni familiari procurino normali distrazioni e si commette l'errore di non aggiornare la pagina con piccoli elementi ma che nel caso del Vesuvio possono essere molto importanti. Comunque lo sciame di natura vulcanica preannunciato nei segnali "C" per il giorno 9 (con descrizione dell'anticipo al giorno 8) è stato preceduto anche dal precursore "H" (grg) circa 36 ore prima.

Post n° 28 (08 giu 18; ore 23:35):  Segnalazione di un precursore "H" (grg) di lieve entità (su una scala divalori tra 1 a 10 è pari a 2 su 10) ricevuto alle ore 15:00 del 08 giu 18. 

Scritto mercoledì 16 maggio 2018 alle 19:40

Tags: terremoto, precursori, previsioni, vesuvio, flegrei

0 commenti

Archivio 2013 (90)
dicembre (10) novembre (5) ottobre (4) settembre (6) agosto (7) luglio (5) giugno (5) maggio (10) aprile (13) marzo (12) febbraio (10) gennaio (3)