Nota riassuntiva #01 dell'11 gennaio 2018

Spesso evito di pubblicare alcuni post nelle pagine dei vari precursori perchè al limite della percezione o magari perchè percepiti in luoghi trafficati o rumorosi, questi post "omessi" hanno comunque una loro importanza in quanto in gran percentuale hanno una loro risposta positiva. Penso che, a partire da oggi, unirò questi post "misti ed incerti" in un unico appunto settimanale al fine di averne comunque un archivio di notizie aperte anche al pubblico.
Per facilitare eventuali richiami, userò una numerazione progressiva recante a lato la data e l'ora locale della pubblicazione.
 
Inizio da subito.
 
Post n° 01 (11 gen 18; ore 12:30):
 
precursore g lieve - codice D-INT C,D/8,9 (scossa intorno al 3.5 entro le prossime 60 ore in zona probabile Messina 38.16N  14.9 E)
 
Post n° 02 (11 gen 18; ore 12:30):
 
precursore N (simile al precursore M che preannuncia sciami nelle prossime 48 ore). La differenza tra il precursore M ed N sta nel fatto che per "M" gli sciami hanno lo stesso epicentro mentre per "N" gli sciami possono avvenire in zone diverse.
 
Post n° 03 (11 gen 18; ore 12:30):
 
Quelli che seguono sono alcuni rilevamenti del precursore "A", in passato vi era un intertempo tra il precursore e la scossa che lo aveva rilasciato che avevo ben individuato e mi permetteva di fare previsioni di tipo deterministico molto precise, negli anni questo intertempo è cambiato (aumentando velocemente e progressivamente) e non ho più quella sicurezza di prima, credo che oggi l'intertempo sia intorno (o oltre) i 60 giorni, ma non avendone più certezza evito in linea di massima di pubblicarne i post.
In questo appunto annoto semplicemente i rilevamenti personali e al massimo aggiungo qualche supposizione da verificare.
 
8 novembre 2017 - Rilevati una serie di precursori di tipo "A" nella zona del corpo RDC 1,2 a questa zona del corpo corrisponde una zona geografica in Italia del nord ovest (alpi, liguria, piemonte, aosta).
La serie di scosse, calcolando 60 gg circa a decorrere dall'8 novembre scorso, se non ha già avuto riscontro, potrebbe verificarsi dall'8 gennaio. 
 
14 novembre 2017 - Rilevato precursore di tipo "A" nella zona del corpo RSA 8,9 (magnitudo 4.0) (a questo codice corrisponde l'appennino umbro-toscano). Calcolando 50/60 gg circa a decorrere dal 14 novembre potrebbe verificarsi intorno al 14 gennaio 
 
 
17 novembre 2017 - Rilevati alcuni precursori (sul 3.0) di tipo "A" nella zona del corpo RSC 4,9  (Appennino Lucano intorno al 17 gennaio)
 
17 novembre 2017 - Rilevati alcuni precursori lievi di tipo "A" in zona RSC 9,14  sul 2.5 / 3.0. Si tratta di precursori di lieve entità ma  potrebbero avere grande importanza in quanto la zona geografica corrispondente potrebbe essere quella di Pozzuoli (o anche l'Irpinia). Per saperlo occorre controllare se questi lievi eventi si verificheranno intorno al 17 gennaio e conoscerne la zona (avellino o pozzuoli?)
Un ulteriore elemento di verifica si potrebbe avere nel riscontro di un evento sul 4.0 (RSC 9,14) 2/3 giorni dopo nella stessa zona (avellino o pozzuoli dal 19 al 29 gennaio).
 
Post n° 04 (13 gen 18; ore 10:00):
 
rilevamento di ulteriore precursore N di livello più alto e insistente del precedente post n° 02. Il precursore N è simile al precursore M che preannuncia sciami nelle prossime 48 ore, la differenza tra il precursore M ed N sta nel fatto che per "M" gli sciami hanno un solo medesimo epicentro mentre per "N" gli sciami possono avvenire in zone diverse ma forse appartenenti alla stessa faglia, se questa ipotesi è giusta potrebbe essere che il precursore "N" del post n° 02 ha preceduto le varie scosse intorno Messina e questo nuovo precursore "N" dovrebbe precedere un prossimo gruppo di scosse dalla magnitudo più alta probabilmente nella stessa area di faglia.
La ricezione del precursore "N" continua con una fase intermittente, non alto come nelle prime ore del giorno (13 gen) ma sempre in modo sensibile. Trattandosi di precursore raro non saprei dire con certezza a quale evento sarà legato. Intermittenza in zona vulcanica? E' necessario attendere gli sviluppi per averne un'idea precisa.

Post n° 05 (18 gen 18; ore 10:30):

segnalazione di due precursori "H" grg molto lievi, lievissimi al limite della percezione (1 su 10). Potrebbero essere anticipatori di lievissimi eventi ai Campi Flegrei o al Vesuvio tra oggi 18/01/18 e domani  (non escludo movimenti vulcanici altrove).

(19 gen 17 ore 21:00) : Probabile risposta:                                                                                                           http://portale.ov.ingv.it:8080/webdata/segnali_rt.asp?loc=Vesuvio&IdMap=1&sta=BKE&comp=V&A=0&B=0&C=0&t=GMT&id=1  (si parla di frana ma io sarei del parere che si sia trattato di un evento seguito da frana)

 

Scritto giovedì 11 gennaio 2018 alle 12:31

Tags: terremoto, precursori, previsioni, vesuvio, flegrei

0 commenti

Archivio 2013 (90)
dicembre (10) novembre (5) ottobre (4) settembre (6) agosto (7) luglio (5) giugno (5) maggio (10) aprile (13) marzo (12) febbraio (10) gennaio (3)