Intertempo tra il segnale "C" e la scossa riducibile a 3 giorni.

NOTA IMPORTANTE: la verifica è a portata di mano!

E' sempre più evidente che tra il segnale "C" e la scossa prevista passano 3 giorni anzichè 5 come ho spesso indicato per comodità di lettura.

Le numerosissime scosse di ieri e di oggi in tutta l'area stanno verificando i segnali "C" ricevuti nei giorni 21 e 22 marzo. E' indiscutibile. Non vi erano scosse in sospeso ancora non verificate che potessero metterlo in dubbio. Una prova del nove ci verrà data quando questo "brulichio" di scosse, che hanno rilasciato segnali "C" senza interruzione nei giorni 21 e 22 marzo, si interromperà bruscamente riportando una calma sismica ai minimi termini. Nel momento in cui si verificherà questa calma si potrà anche fare un calcolo delle ore ancora più preciso: i segnali "C" collocano questa interruzione della sismicità dopo la mezzanotte del giorno 22 marzo. Non resta che attendere l'ora che segnerà la fine di questa ininterrotta sismicità per tirare fuori un intertempo molto più preciso.

Finora l'unico intertempo individuato è quello dell'eruzione etnea fissato a 110 ore. 

 

Scritto lunedì 25 marzo 2013 alle 10:22

Tags: previsioni, precursori, terremoto, scossa, vulcano

0 commenti

Archivio 2013 (90)
dicembre (10) novembre (5) ottobre (4) settembre (6) agosto (7) luglio (5) giugno (5) maggio (10) aprile (13) marzo (12) febbraio (10) gennaio (3)